Morti e calcestruzzi idraulici sono costituiti da una polvere di legante, solitamente cemento portland e agglomerati che, se mescolati con acqua, si induriscono per idratazione. Alla miscela vengono aggiunti diversi additivi e fibre che rendono il prodotto finale più resistente e durevole. Ci sono diversi tipi di mortai di riparazione con diversi usi per strutture in calcestruzzo. Sono utilizzati per ricostruire i volumi perduti di calcestruzzo, da mastici di riparazione per spessori sottili al micro concreto per grandi spessori di riparazione.

La malta può essere applicata sia per ripristinare la geometria e l'estetica di un elemento in calcestruzzo, evitando danni futuri, sia per ripristinare la sua funzione strutturale.

Le proprietà dei mortai dipendono molto dai loro componenti e dalla loro attuazione. Se la scelta della malta non è adeguata, ciò può dare molti problemi, soprattutto a causa della mancanza di adesione che può verificarsi tra il vecchio calcestruzzo e la nuova malta quando si imposta e si ritira fuori controllo.

PATOLOGIAS
Con il passare del tempo è stato visto che il calcestruzzo armato è più vulnerabile del previsto, da un lato, l'aumento dell'inquinamento ambientale urbano e industriale produce emissioni di gas nell'atmosfera, che trasformano le caratteristiche di acidità del calcestruzzo e mortai che distruggono lo strato passivo di acciaio nella loro armatura.

D'altra parte, la struttura porosa del calcestruzzo o della malta stessa lo rende permeabile alla penetrazione di gas e acqua, che è il mezzo di penetrazione dei cloruri presenti nell'atmosfera marina o nel fiume dell'acqua contaminata da sali di decesi Nelle strutture stradali in climi freddi. Anche in questo caso, è la corrosione dei rinforzi in acciaio che si verificheranno. In altri casi, il contatto di calcestruzzo o malta con acque sotterranee o terreno con elevato contenuto di solfato può portare ad un'aggressione che comporta lo sviluppo di composti espansivi che distruggono la struttura interna della matrice di calcestruzzo o di mortaio.

Tutte queste aggressioni si manifestano in sintomi che possono essere sintetizzati nei fenomeni di cracking e disintegrazione: quelli che hanno la loro origine nell'ossidazione dell'acciaio delle armature, con la conseguente espansione, si manifestano con fessure e eventuale distacco dello strato di calcestruzzo che sovrappone questi rinforzi, data la bassa resistenza di questo per resistere alle tensioni. Il cracking apre i percorsi di accesso diretto degli agenti aggressivi verso le armature, che accelera drasticamente i processi di corrosione. La riduzione successiva della sezione resistente dell'acciaio può notevolmente compromettere la capacità resiliente dell'elemento strutturale.

I sintomi che hanno la loro origine nella formazione di sostanze espansive nella matrice del calcestruzzo si manifestano in disaggregazioni del materiale, che partono dalla più esterna esposta e si progrediscono progressivamente.

MALE DI RIPARAZIONE E MONTAGGIO